De Paul alla Juventus?

Rodrigo De Paul infiamma il mercato estivo. Spunta anche la Juventus.

0
15

Quello di Rodrigo De Paul è uno dei nomi più chiacchierati in ottica calciomercato. Il fantasista dell’Udinese è reduce da un’ottima stagione e secondo diversi addetti ai lavori è pronto per fare il salto di qualità. Il classe 1994 ha raccolto 7 reti e 6 assist in 34 presenze in campionato, numeri di alto livello abbinati a prestazioni dalla grande qualità. Dopo quattro stagioni in bianconero, De Paul potrebbe salutare Udine e, secondo quanto riporta il Corriere di Torino, è spuntata una nuova pretendente: parliamo della Juventus, a caccia di rinforzi di livello per rimpolpare la mediana a disposizione di Maurizio Sarri. Il quotidiano mette in risalto che l’ex Valencia è considerato la mezzala ideale per gli schemi del tecnico napoletano e c’è un fattore da non sottovalutare: gli ottimi rapporti tra le due società.

RODRIGO DE PAUL ALLA JUVENTUS: LE ULTIME NOTIZIE

L’Udinese chiede 35-40 milioni di euro per il cartellino di Rodrigo De Paul, cifra considerata elevata dalla dirigenza della Juventus. Per il momento non è stata ancora avviata una trattativa, ma non è possibile escludere ulteriori sviluppi nel corso dei prossimi giorni. L’argentino negli scorsi giorni non ha escluso l’addio alla Dacia Arena: «Udine mi ha fatto crescere molto, mi ha fatto diventare un calciatore duttile e mi ha permesso di raggiungere la Nazionale. Finchè sarò con questa maglia darò sempre il massimo fino all’ultimo giorno, mi auguro che i tifosi si ricordino sempre di tutto ciò che ho sempre dato alla squadra». Più cauto il direttore tecnico Pierpaolo Marino, intervistato dal canale ufficiale bianconero: «Io sono dell’idea che De Paul in questo breve mercato non so se va considerato fuori dai giochi dell’Udinese. Lui non sta male a Udine, si è integrato con la sua leadership all’interno dell’Udinese. Lui dovrebbe andare in una squadra grande, ma con un progetto tecnico che ne preveda l’utilizzo a tempo pieno che non gli faccia perdere la Nazionale. Non sono convinto che va via» .